Cos’è la Jumbonight? Da Gunnar Cautero la serata in Osteria della Stazione Milano, ristorazione friulana nell'evento dedicato a Ernest Hemingway.

La serata dedicata a Ernest Hemingway è arrivata quest’anno alla quindicesima edizione in Osteria, in cui proponiamo la ristorazione friulana qui a Milano, però questo è un evento davvero speciale e unico, e vi spiego perché.
In realtà è una kermesse che fu creata da mio padre tra Lignano Sabbiadoro e tutta quella zona di costa adriatica dove Hemingway per un periodo visse e frequentò per un periodo della sua vita: il progetto iniziale di mio padre Gianfranco Cautero, che era un giornalista ed esperto di comunicazione, era partito da qualcosa di molto culturale, in una sorta di itinerario attraverso tutti i luoghi in cui lo scrittore era passato e che con lui hanno un forte legame.
Io l’ho tradotta diciamo così, in maniera molto più semplice: una festa per il 21 luglio, suo giorno di nascita, è l’ultimo giorno del segno del cancro, e ci avviciniamo ai Caraibi con un astice gigante, un antipasto e soprattutto Ribolla Gialla, e da 15 anni a questa parte è l’unica volta in cui in Osteria serviamo anche dei cocktail, come il daiquiri o il mojito, per celebrare questo evento. Ed è anche in realtà una serata tributo che mi ricorda mio padre.

Ernest Hemingway, scrittore e giornalista americano, era nato a Oak Park il 21 luglio 1899, morì a Ketchum il 2 luglio 1961. Nel 1953 vinse il premio Pulitzer per la narrativa e nel 1954 il Premio Nobel per la letteratura. Partecipò alla prima Guerra mondiale come volontario e tra le varie destinazioni trascorse un periodo anche in Italia. Ricevette parecchie onorificenze, tra cui: la Bronze Star Medal negli Stati Uniti nel 1947, in Italia ebbe la medaglia d’argento al valor militare, il distintivo d’onore per le ferite di guerra, il distintivo per le fatiche di guerra [«Colpito gravemente da numerose schegge di bombarda nemica, con mirabile spirito di fratellanza, prima di farsi curare, prestava generosa assistenza ai militari italiani più gravemente feriti dallo stesso scoppio e non si lasciava trasportare altrove se non dopo che questi erano stati sgombrati», 8 luglio 1918].

Gunnar Cautero


seguici anche sui nostri social


PRENOTA!

Oste in Stazione s.r.l. P.Iva 07901220967 - PRIVACY - CREDITS